Contact Improvisation




Con: Marco Ubaldi
Lezioni settimanali: lunedì 20.00-21.30 / venerdì 19.00-20.30
Ogni venerdì Jam 20.30-22.00
Livello: aperto a tutti
Inizio: ottobre 2019


Un percorso somatico che investiga i rapporti tra spazio e natura, umano e ambiente, separazione ed integrazione, tra funzione e forma, ascolto e tecnica. Verso una presenza a tutti i livelli dove la coerenza di ogni parte del corpo agisce per la stessa cosa.

La Contact Improvisation (CI), come afferma uno dei suoi fondatori Steve Paxton negli anni ’70, è un sistema di movimento evolutivo ed in evoluzione. Una definizione quindi libera e aperta che permette alla CI, di essere considerata sia una tecnica di danza contemporanea, che vede nel contatto fisico con uno o più partner e nel movimento fluido e nell’ improvvisazione elementi privilegiati, ma anche molto altro riguardante la presenza dell’ essere a tutti i livelli, conoscenza di se’ e riconoscimento dell’ altro, sostegno e fiducia nell’ incontro.

Questa tecnica per le sue stesse caratteristiche di movimento informale e di improvvisazione è adatta a tutti: adulti, anziani, giovani, professionisti, neofiti. Ed i suoi stessi presupposti, che impediscono di prevedere, formalizzare e di giudicare l’esito finale del movimento, ne hanno fatto una delle tecniche di danza più diffuse ed utilizzate in tutto il mondo. La disponibilità e la curiosità nel fare esperienze nuove con il corpo e’ l’ingrediente segreto.


La JAM

La jam non e’ una lezione, e’ uno spazio tempo in cui i fruitori della tecnica Contact Improvisation si incontrano per danzare insieme in forma spontanea. Chiunque abbia un minimo di conoscenza della CI o anche curiosi possono partecipare alla jam. Per chi non hai mai partecipato ad una jam e’ consigliato fare la lezione prima dove sia prevista. In alcune jam e’ prevista una lezione prima o a volte un riscaldamento o introduzione al movimento. Nelle jam possono esserci musicisti che suonano dal vivo, musica replicata dello stereo, così come possono esserci jam senza musica. Una jam non prevede pubblico invitato a guardare ma se c’e’ qualche amico curioso, in silenzio, può guardare. Chi viene a fare foto o video deve avere il consenso dei frequentatori di quella specifica jam. Le jam possono avere un tema. Nelle jam e soprattutto in quelle di più giorni abitualmente è previsto da mangiare e da bere.

 



@