Pizzica “Il ritmo che cura”




Serie di seminari intensivi di Pizzica per principianti e praticanti, con tamburello dal vivo

Con: Francesca Malerba e Umberto Papadia

Il metodo di insegnamento è basato sulla comprensione immediata del principio della pizzica, ovvero del sincronismo corpo/tamburo, tramite la percezione “fisica” del ritmo, e permette di cominciare a cimentarsi con la danza già dopo il primo incontro. Saranno insegnate anche nozioni di ritmo e canto ritmico, anche per mezzo del tamburello, finalizzate a una migliore comprensione ed esecuzione della danza.

In Salento la Pizzica era danzata e suonata in occasioni di festa, rappresentava un momento di aggregazione e spensieratezza. Allo stesso tempo, veniva “somministrata” alle donne e gli uomini affetti dal Tarantismo, i quali danzavano ininterrottamente per giorni per eliminare il veleno, per liberarsi dal male. Oltre all’insegnamento della tecnica, la danza popolare sarà contestualizzata per mezzo di racconti di esperienze vissute, per recuperare il senso che la pizzica aveva fino a 20 anni fa in Salento, quando viveva tra la gente comune e non era ballata sui palcoscenici.

Un sabato al mese ●  H16:00-18:00 ● SALA S
20 ottobre 2018 ● 17 novembre 2018 ●  15 dicembre 2018 ● 19 gennaio 2019 ●  16 febbraio 2019 ● 16 marzo 2019 ● 13 aprile 2019 ● 11 maggio 2019

COSTI ● 20 euro a seminario ● tesserino giornaliero San Lo’ 3 euro 

INFO E PRENOTAZIONI
✉︎ 
ritmochecura@gmail.com
☎︎ 338 6814889
 
“Il ritmo che cura”

GLI INSEGNANTI ●

FRANCESCA MALERBA è nata a Galatina (LE). Ha imparato a ballare la pizzica da ragazzina, guardando gli adulti. Da 20 anni studia numerose danze etniche per arricchire e personalizzare la sua interpretazione. Dal 2010 tiene seminari e corsi di pizzica in diverse sedi di Roma. Ha organizzato in scuole e associazioni culturali eventi volti alla diffusione e all’approfondimento della cultura salentina e del tarantismo, tramite presentazioni di libri, proiezioni di filmati, dibattiti e concerti, in collaborazione con case editrici e studiosi della cultura orale.

UMBERTO PAPADIA (detto ‘u Papadia), di Alessano (LE), ha iniziato la sua carriera musicale come tamburellista e cantore nella musica popolare. Nel corso degli anni, ha completato la sua formazione di percussionista con lo studio delle percussioni nord africane. ‘U PAPADIA ha suonato stabilmente, nei lives e in studio, nelle bands di: Nando Citarella, Ambrogio Sparagna, Lucilla Galeazzi, Teresa De Sio e occasionalmente con altri esponenti della musica popolare o con artisti internazionali della world music. Dal 2004 ha intrapreso la carriera di cantautore Folk Rock con i suoi progetti originali: Ammaracciccappa (Al Qantarah), La Peronòspera, “Razza Ommu”. ‘U PAPADIA ha portato i suoi progetti  sui palchi di tutta Italia con oltre 200 concerti nell’arco di tre anni. Fa parte stabilmente della compagnia teatrale Dupla Carga, partecipando sia come attore, e sia come compositore. Tiene corsi di pizzica e di tamburello da 20 anni.

Francesca e Umberto hanno fondato insieme il progetto “Il ritmo che cura”.



@